Terapia del dolore


La IASP (International Association for the Study of Pain - 1986) definisce il dolore come il sintomo trasversale e frequente che più mina l'integrità fisica e psichica del paziente e più angoscia e preoccupa i suoi familiari, con un notevole impatto sulla qualità della vita.


Il Dolore Cronico

In maniera molto sintetica, ma utile da un punto di vista clinico, una delle tipologie più critiche è indubbiamente quella rappresentata dal dolore cronico, che è un dolore duraturo. Spesso è determinato dal persistere di uno stimolo dannoso e/o da fenomeni di auto-mantenimento, che mantengono la stimolazione nocicettiva anche quando la causa iniziale si è limitata. Quasi costantemente, si accompagna ad una importante componente emozionale, psicologica e relazionale limitando lo stile di vita fisico e sociale del paziente.

Le nostre soluzioni

Tra le principali possibilità terapeutiche applicabili in questo contesto occupano una posizione di notevole importanza la Neurostimolazione midollare (SCS) e la Neurostimolazione Percutanea.
In particolare, le aree colpite da dolore cronico sono frequentemente interessate da cause quali FBSS (Failed Back Surgery Syndrome), ossia da possibili conseguenze e/o effetti collaterali legati all'intervento chirurgico. In queste situazioni, una terapia SCS rappresenta una fra le soluzioni tecnologicamente più avanzate e all'avanguardia.